Archivio

L'archivio di Stato di Rimini conserva, valorizza e garantisce la fruizione dei documenti antichi in esso depositati da parte di coloro che ne fanno motivata richiesta, e si distingue per una particolare vocazione all'informatica e ai processi di digitalizzazione dei supporti antichi.

Fra i progetti più significativi vi è la digitalizzazione di tutto il fondo delle Pergamene, che ha interessato ben 4500 pergamene (datate fra gli anni 1014 e 1839). I files in Alta Risoluzione sono consultabili presso la Sala Studio, mentre i regesti sono visibili on-line, attraverso il servizio SIAS (=Sistema Informativo degli Archivi di Stato).

L'Archivio possiede, altresì, una Biblioteca specializzata in archivistica e storia locale consultabile con il S.B.N..

Fra i compiti dell'Archivio di Stato rientra la sorveglianza sugli archivi correnti degli Uffici Territoriali dello Stato che hanno sede nell'ambito del territorio della Provincia.

L'Archivio di Stato di  Rimini ospita, promuove ed organizza manifestazioni ed eventi culturali, collaborando con gli altri Istituti culturali del Comune (come la Biblioteca "Gambalunga" o il Museo della Città di Rimini), della Provincia, della Regione (come l'IBC) e naturalmente dello Stato (come la Soprintendenza Archivistica).

In seguito all'ultima riforma del Ministero dei beni delle attività culturali e del turismo l'archivio rientra nell'ambito delle competenze della Segretariato Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici nonché ovviamente della Direzione Generale per gli Archivi, collabora attivamente al Sistema Informativo degli Archivi di Stato, aderisce al Censimento degli Archivi Storici dell'Emilia-Romagna (CAstER) e Sistema Bibliotecario Nazionale

 

Archivio - IngressoArchivio di Stato Rimini 003Archivio di Stato Rimini 004-1Archivio di Stato Rimini 013